Home » Per il centro sperimentale » Studio di Fase 1

Studio di Fase 1

Nella fase 1 l’obiettivo è misurare e analizzare la sicurezza, la tollerabilità, la farmacocinetica e la farmacodinamica del farmaco.

Si analizza:

  • Assorbimento, distribuzione, metabolismo, escrezione;
  • meccanismo d’azione.

e i fattori che ne influenzano il comportamento:

  • formulazione del prodotto;
  • dosaggio;
  • interazioni.

Le componenti che vanno valutate nel design di studio di fase I al fine di ricercare un equilibrio ottimale tra sicurezza, efficacia e condotta etica sono:

1)      il numero e la selezione dei pazienti, di media 20-100 volontari sani.

2)      NOAEL (No Observed Adverse Effect Level) –  il parametro ricavato dalla sperimentazione preclinica in vivo sugli animali esprime la dose massima del farmaco che può essere somministrata senza che vengano apprezzati effetti tossici.

3)      HED (Human Equivalent Dose) – la quantità di farmaco che, quando somministrato ad esseri umani, produce un effetto uguale a quello prodotto negli animali in dosaggio minore.

4)      MRSD (Maximum Recommended Starting Dose) – la massima dose iniziale raccomandata per evitare tossicità alla dose clinica iniziali.

5)      MTD (Maximum Tolerated Dose) – la massima dose tollerata si riferisce alla dose più alta di un trattamento farmacologico che produrrà un effetto indesiderato minimo con tossicità accettabile.

6)      DLT (Dose Limiting Toxicity) – la tossicità dose limitante si riferisce agli effetti avversi causati dal farmaco abbastanza gravi da impedire un aumento o livellamento del trattamento.

7)      Studio dose escalation e dose incremento, la strategia di somministrazione del farmaco; a partire dalla dose iniziale raccomandata si prevede una lenta somministrazione crescente fino al raggiungimento di una tossicità non accettabile, cioè quel limite che non ammette un ulteriore incremento della dose.

8)      Dose raccomandata per studi di fase II – è di solito la più alta dose somministrabile, cioè la massima dose che produce un livello di accettabilità tollerabile.

 

Studi di fase 1

SAD, Single Ascending Dose studies: un gruppo di pochi soggetti riceve una singola dose del farmaco evengono seguiti con controlli e monitoraggi; il dosaggio viene aumentato per un nuovo gruppo di soggetti solo quando determinati criteri di sicurezza sono soddisfatti dopo un determinato periodo di tempo di osservazione.Il procedimento termina una volta raggiunti i livelli di sicurezza predefiniti oppure in caso di manifestazione di effetti collaterali non accettabili. Si ottiene a tale punto la dose massima tollerata.

MADMultiple Ascending Dose studies: studi condotti al fine di analizzare meglio la farmacocinetica e la farmacodinamica di dosi multiple del farmaco. Un gruppo di soggetti riceve multiple basse dosi del farmaco; si eseguono controlli e monitoraggi in diversi tempi. La dose viene successivamente aumentata con ulteriori gruppi, fino al raggiungimento della massima dose tollerata.

Food effect, brevi trials progettati per studiare differenze di assorbimento del farmaco nel corpo. Sono generalmente studi crossover in cui ai soggetti volontari vengono somministrate due identiche dosi del farmaco in occasioni differenti, prima e dopo il pasto.

 

Fonti e articoli correlati

Conducting Clinical Research, A Practical Guide for Physicians, Nurses, Study Coordinators, and Investigators, Judy Stone, M.D., 2006

Phase I Clinical Trial Design, Lawrence V Rubinstein, PhD, Richard M Simon, DSc, Biometric Research Branch, National Cancer Institute

Recent Comments

    Aggiornati via email

    Inserisci la tua email per ricevere la notifica sulle nuove pubblicazioni

    Archives